Notizie e Appuntamenti

Aosta, ai confini del mondo

(Pubblicato il 01-09-2020)

Un percorso di conoscenza e cittadinanza attraverso le esperienze dei protagonisti del progetto Vivere in Valle d’Aosta

18.45 Presentazione evento; a cura del gruppo di lavoro FAMI Progetto “Vivere in Valle d’Aosta”

19.00 F.A.I. Ponte tra culture; esperienze F.A.I in ambito artistico culturale sul territorio. A cura di Carmela Camodeca

19.20 Il Valore della Lingua Madre; esperienze formative nell’ambito artistico- culturale dei giovani migranti. A cura della Cooperativa Sociale “La Sorgente” e di Progetto Formazione

19.45 Alla scoperta della terra; racconti, conoscenza e vissuti della montagna.

(continua a leggere)

ISAAC, la storia di un ragazzo nigeriano accolto in Valle d’Aosta

(Pubblicato il 20-08-2020)

Alle ore 21 del 27 agosto a Saint-Vincent, nella Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto, sarà presentato al pubblico ISAAC, un documentario di Alessandro Stevanon dedicato alla storia di Isaac Ebong, ragazzo nigeriano sbarcato in Italia e successivamente ospite del progetto di accoglienza SIPROIMI (ex SPRAR) attivo in Valle d’Aosta nei comuni di Saint-Vincent, Champorcher e Saint-Rhemy-en-Bosses.

Il documentario, prodotto dalla cooperativa L’Esprit à l’Envers in associazione con Long Neck Doc e con il sostegno di SIPROIMI – Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per minori stranieri non accompagnati, ha ricevuto quest’anno il Premio per il Miglior Documentario al VIFF – Varese International Film Festival e il Premio Altrischermi al Festival Internazionale di Danza AltreFrontiere. (continua a leggere)

Aperte le iscrizioni ai corsi di lingua italiana per migranti

(Pubblicato il 21-07-2020)

Il Progetto “VdA – Valle d’Accoglienza 5” co-finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2018-2021, facente capo alla Regione autonoma Valle d’Aosta, Assessorato Sanità, salute e politiche sociali, ha lo scopo di migliorare i processi di inserimento dei migranti da Paesi terzi nella nostra Regione valorizzando i vissuti personali delle persone, le loro aspettative, i loro bisogni, promuovendo il loro inserimento attivo quale processo dinamico nella creazione di una comunità coesa e orientata al dialogo nonché quello di facilitare l’integrazione degli immigrati da Paesi terzi che vivono in Valle d’Aosta attraverso il rafforzamento delle loro competenze linguistiche. (continua a leggere)

Storie

Gianfranco: le radici degli sradicati

«A Saint-Martin-de-Corléans c’è stata l’accettazione di una cultura estranea, che poi si è radicata ed è riuscita a creare qualcosa, a svilupparlo. È una forma di rinascenza artistica, il risultato dell’apporto di persone che hanno scelto di muoversi in un altro territorio e lì hanno creato qualcosa di estremamente duraturo». (continua a leggere)

Approfondisci

Soufyane: stranieri per eccellenza

«Mi sento italiano al cento per cento: sono nato e cresciuto qui, all’interno della cultura italiana. Sullo sfondo, però, mantengo le mie origini. Mi sento al bivio: qui mi dicono che sono “un italiano di origini straniere”. In Marocco, quando ci vado in vacanza, sono visto come uno straniero». (continua a leggere)

Approfondisci