Progetti attivi

In questa sezione è possibile trovare i progetti rivolti a cittadini di paesi terzi attivati sul territorio regionale.

 

SPORTELLO Vivere in Valle d’Aosta

Lo sportello FAMI Vivere in Valle d’Aosta è il principale punto di accesso ai servizi e al territorio della regione per i cittadini stranieri regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale, inclusi i richiedenti asilo.

 

VDA – Valle d’accoglienza 5

Il progetto si propone di facilitare l’inserimento linguistico, sociale e culturale degli stranieri presenti sul territorio mediante l’attivazione di corsi di lingua italiana gratuiti di livello preA1, A1, A2 e B1 rivolti a cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti in Italia.

Per iscriversi è possibile chiamare il numero + 39 339.8762013 il lunedì dalle 14.00 alle 16.00 e il venerdì dalle 10.00 alle 12.00 oppure scrivere a valledaccoglienza5@gmail.com.

Il progetto è finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI 2014-2020) e i soggetti coinvolti sono, oltre alla Sovraintendenza agli studi, En.A.I.P. Vallée d’Aoste s.c.s, l’Istituzione scolastica di istruzione tecnica Lycée technique Innocent ManzettiLa Sorgente s.c.s. e Progetto Formazione S.c.r.l.

 

V.A.L.I. – Verso l’autonomia, il lavoro e l’inclusione

Il progetto è rivolto ai titolari di protezione internazionale usciti dall’accoglienza da non più di 18 mesi ed offre la possibilità di rafforzare l’acquisizione degli strumenti per l’autonomia attraverso in particolare:

– il sostegno all’abitare tramite la creazione di fondi di garanzia, il supporto nella ricerca di soluzioni abitative e nell’avvio di convivenze (queste azioni sono rivolte in particolare a chi ha un contratto di lavoro e un reddito, necessari per l’accesso al mercato degli alloggi in locazione), la promozione dell’accoglienza in famiglia;
– l’acquisizione di strumenti utili per l’inserimento lavorativo attraverso la formazione linguistica tecnico-specialistica per settori di lavoro, il supporto nell’ottenimento delle patenti di guida e il riconoscimento dei titoli di studio;
– la promozione del benessere psicofisico attraverso l’orientamento e l’accompagnamento all’attività sportiva e il coinvolgimento in attività ricreative, culturali ed artistiche.

Il progetto è realizzato dal Consorzio Trait d’Union e Refugees Welcome Italia ed è finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI 2014-2020). Ha una durata di 24 mesi e il termine del progetto è previsto per il 30.06.2022.

Per informazioni e accessi è possibile contattare lo sportello Vivere in Valle d’Aosta (+39 329.0277932 | vivereinvda@gmail.com) o scrivere a valiprogetto@gmail.com.

 

SIPROIMI – Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per i minori stranieri non accompagnati

SIPROIMI è una rete nazionale di accoglienza integrata per rifugiati, diffusa su tutto il territorio italiano, con il coinvolgimento delle istituzioni centrali e locali e il finanziamento del Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo. L’accesso al sistema oggi è riservato ai titolari di protezione internazionale. Alla rete aderiscono dal 2017 tre comuni valdostani, Saint-Vincent (capofila), Champorcher e Saint-Rhemy-en-Bosses con un totale di 25 posti disponibili per uomini singoli e nuclei familiari.

L’accoglienza integrata supera la sola distribuzione di vitto e alloggio, prevedendo in modo complementare anche misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico.

Per informazioni è possibile contattare il Comune di Saint-Vincent e l’ente gestore Consorzio Trait d’Union (coordinatore del progetto Olimpia Negro | olimpia.negro@lespritalenvers.org, 0165 40294).

 

 

È possibile inviare le informazioni relative ai progetti che possono essere inseriti in questa sezione all’indirizzo immigrazionevda@gmail.com.

– – – – – – – – – – – – –


ARCHIVIO PROGETTI

Progetto PUOI – Protezione Unita a Obiettivo Integrazione

Il progetto PUOI ha proposto dei percorsi di integrazione socio-lavorativa per titolari di protezione internazionale e umanitaria ed è stato realizzato sul territorio regionale dal Consorzio Trait d’Union. I percorsi hanno previsto in particolare attività di orientamento specialistico e tirocini in azienda della durata 6 mesi attivati nel mese di agosto 2019.

Il progetto è stato finanziato nell’ambito del FAMI 2014-2020 e del FSE PON Inclusione 2014-2020.

 

 

Facebooktwitterpinterestlinkedin