Chi siamo

Chi siamo

Il Portale Immigrazione Valle d’Aosta è un contenitore di informazioni legate al mondo dell’immigrazione in Valle d’Aosta.

La Regione autonoma Valle d’Aosta insieme con il Consorzio Trait d’Union, la Cooperativa Leone Rosso e Progetto Formazione, nell’ambito del progetto R.R.I.Q.I – Rete Regionale di Informazione Qualificata sull’Immigrazione cofinanziato dal Fondo Asilo Migrazione Integrazione (FAMI) 2014-2020, con questo portale ha voluto dare vita ad uno strumento assolutamente nuovo per il territorio regionale, necessario sia per rispondere in maniera efficace al fabbisogno informativo, sia per creare un punto di incontro istituzionale per tutti i soggetti coinvolti nel settore. Lo scopo è quello di garantire un’informazione qualificata, anche attraverso una corretta contestualizzazione e un collegamento in rete con i principali portali di riferimento, quale il portale nazionale www.integrazionemigranti.gov.it.

Il portale mira anche allo sviluppo e al consolidamento di una rete territoriale capillare e attiva, per assicurare la massima coerenza nell’individuazione  e nell’elaborazione dei contenuti e alla produzione di strumenti di comunicazione e promozione che possano garantirne un’ampia, corretta e qualificata diffusione.

È possibile contattare la redazione del portale scrivendo a immigrazionevda@gmail.com.

Facebooktwitterpinterestlinkedin

Storie

Elda: viaggiare per rinascere

«Il nuovo può essere difficile, ma può anche essere uno spazio per ricostruirsi. Per me il viaggio è sempre stato questo: un modo per ricostruire la mia storia, perché è una grossa opportunità. Non essere conosciuta e non avere intorno persone che hanno già un’idea chiara di chi tu sia. Quella è una nuova occasione per nascere: significa questo, per me, andare via». (continua a leggere)

Approfondisci

Miguelina: migrare per scelta

«Io ho migrato per scelta: ho lasciato il mare per la montagna, per amore. Ho voluto io l’Italia, la Valle d’Aosta: sono rimasta per tre mesi e ho conosciuto mi marito due settimane prima di tornare. Da lì, non sono più rientrata a casa mia». (continua a leggere)

Approfondisci